Excelsior logo
Coesione
Unione Europea
Repubblica Italiana
Anpal
Unioncamere
#occupazione
#lavoro
#imprenditorialità

In assestamento il numero di nuove imprese in Italia nel 2022: focus sui settori produttivi e i profili imprenditoriali

Crescita economica e nascita di nuove imprese continuano a essere fattori interconnessi per lo sviluppo occupazionale. La pubblicazione “Nuove Imprese” di Unioncamere e ANPAL analizza le caratteristiche della nuova imprenditorialità in Italia.

11.07.2023

In assestamento il numero di nuove imprese in Italia nel 2022: focus sui settori produttivi e i profili imprenditoriali

Il quadro generale del 2022 analizzato dal Sistema Informativo Excelsior di Unioncamere e ANPAL indica una stabilizzazione del numero di nuove imprese rispetto all’anno precedente, con un totale di 144.550 nuove realtà fondate. Questo valore rappresenta un lieve rallentamento rispetto alle 151.890 imprese del 2021, ma mostra comunque una ripresa dopo il calo registrato nel 2020 (129.300 imprese). Nel confronto con il 2019 (143.880 imprese), si evidenzia una sostanziale parità. 

“Imprenditorialità per opportunità” e “imprenditorialità per necessità” risultano i due motori principali di chi decide di intraprendere questo percorso. I primi sono spinti dalla ricerca di una carriera imprenditoriale basata su intraprendenza, creatività, successo e indipendenza. I secondi invece da uno stato di bisogno o dall’assenza di alternative migliori in termini di reddito o realizzazione personale. 

Un ulteriore dato di rilievo riguarda la distribuzione delle nuove imprese in base al titolo di studio del titolare e al settore di attività. Secondo quanto riportato dal volume i servizi sono in cima alla lista con quasi il 30% dei neoimprenditori in questo settore che possiede un titolo universitario. In particolare, i servizi alle imprese sono il comparto con la maggior quota di laureati (40%). A confronto, solo il 15,9% nel settore industriale e il 6,3% nel settore delle costruzioni hanno un titolo universitario. 

Ciò che emerge dalla pubblicazione, sono i maggiori investimenti che si concentrano nei settori in cui vi è minore incremento di nuove imprese, come il turismo e l’industria. Nonostante ciò, si osserva un’interessante tendenza: le imprese nel settore delle costruzioni, sebbene in crescita numerica, risultano essere le meno capitalizzate.

All’interno del settore industriale che mostra una crescita più lenta rispetto ad altri settori, si registra la maggiore concentrazione degli investimenti. Infatti, il 54,1% delle nuove imprese industriali ha investito più di 5.000€. D’altra parte, nel settore turistico si riscontra il più alto valore di imprese che hanno investito più di 50.000€, corrispondente al 24,4% delle nuove imprese. 

Per tutti gli approfondimenti rispetto ai trend legati all’imprenditorialità italiana visita questo link.


Articoli collegati

#occupazione
#lavoro
#tiktok
#giovani

Scuola e lavoro: le aziende “a caccia” di giovani diplomati

Secondo appuntamento con Skuola.net per scoprire quali sono i profili maggiormente “introvabili” da parte delle aziende.

14.02.2024

#occupazione
#tiktok
#lavoro
#giovani

Skuola.net porta i dati del Sistema Informativo Excelsior su TikTok

I diplomi sono molto richiesti nel mondo del lavoro e districarsi nelle scelte tra i vari indirizzi è importante. Scopri i reel informativi e la guida online pubblicati da Unioncamere in collaborazione con Skuola.net

07.02.2024

#orientamento
#unica
#lavoro
#occupazione

Orientamento: importanti nuovi strumenti a supporto di giovani e famiglie

Scopri “Che ci faccio col diploma?” e “Unica”: i due nuovi strumenti a disposizione di giovani e famiglie, alleati indispensabili per navigare il complesso scenario educativo e professionale con sicurezza e competenza.

30.01.2024

#orientamento
#lavoro
#occupazione
#iscrizioni

Iscrizione scuole superiori 2024: date e informazioni utili

Al via le iscrizioni all’anno scolastico 24/25. Ecco le indicazioni e gli strumenti che il Ministero mette a disposizione di genitori e famiglie.

17.01.2024

Coesione
Unione Europea
Repubblica Italiana
Anpal
Unioncamere